Rabbia


Rabbia Giuseppina D'Amato scrittrice
Rabbia| Giuseppina D’Amato|Cristian Newman’s photo Unsplash

Rabbia velata,

esplosione vitale, vetri infranti.
Annunci

Uomo


Uomo|Giuseppina D'Amato|Memoria Narrante
Uomo|Giuseppina D’Amato|Tom Pumford photo Unsplash

Uomo che piangi

infelice la vita

lampo fugace.

La notte


La notte, haiku di Giuseppina D'Amato scrittore
La notte, haiku Giuseppina D’Amato




Dopo la notte,

umida di stelle,

il sole mi asciuga.


Leggi gratis Il profumo della passione


Il profumo della passione di Giuseppina D'Amato
Il profumo della passione di Giuseppina D’Amato

Amici lettori

Ho una comunicazione importantissima per tutti voi. Il profumo della passione Giuseppina D’Amato gratis

Leggi gratis

A partire da domani 7 novembre e per i prossimi cinque giorni, quindi fino a domenica 11, ho il piacere di offrire a te che stai leggendo questo post la lettura gratuita del mio ultimo romanzo Il profumo della passione, formato ebook KDP.

Free download

Innanzi tutto ti chiedo di scaricare QUI gratis il file del libro Il profumo della passione. Poi in tutta calma potrai decidere se leggerlo, quando leggerlo, e scegliere le pagine che preferisci. Il profumo della passione Giuseppina D’Amato gratis

Mantieni i contatti

Spero siate in tanti, amici lettori, a dedicarmi qualche minuto prezioso del vostro tempo per fare il download. Il profumo della passione Giuseppina D’Amato gratis

Ciò premesso, ti rammento che amo ricevere i tuoi messaggi e i commenti per la ragione che mi rendono felice. Li leggo prima di ogni altra cosa, perciò sentiti libero/a di commentare, recensire, criticare o dare dei suggerimenti. Sarò sempre molto sollecita a risponderti. Il profumo della passione Giuseppina D’Amato gratis

Romanzo PDF free

Per me è importantissimo stabilire e mantenere i contatti con te, allora non esitare, scrivimi subito all’indirizzo e-mail se preferisci ricevere al tuo indirizzo di posta elettronica il romanzo Il profumo della passione in formato PDF.

Prologo: il profumo della passione


Incipit del romanzo Il profumo della passione.

Nîmes, lunedì 20 agosto 2018

Ho appena concluso un nuovo contratto.

Dovrei essere soddisfatta, invece provo un senso di alienazione, un vuoto che dilaga dalla mente al cuore.

Il direttore dell’emittente televisiva France32, dove sono impiegata da due anni come giornalista, mi ha proposto un incarico che in principio mi è parso molto allettante mentre, adesso, m’angoscia.

Questa mattina, sono stata convocata nel suo ufficio, e lui con un gesto vago mi ha invitato ad accomodarmi sulla poltroncina nera. Poi, trincerato dietro la scrivania, ha appoggiato gli avambracci sul ripiano invaso da fogli di carta e oggetti di cancelleria, ha sporto il busto, quasi a voler accorciare le distanze fra noi, e ha inscenato la più convincente e fumosa delle illusioni. «Signorina La Forêt, il suo contratto si avvicina al termine. Ancora qualche settimana e sarà libera», ha esordito.

«Sì. Lo so.» Temo d’averlo guardato come un gattino al cospetto di Berlicche.

«Ha già altre proposte interessanti?» ha domandato con finta indifferenza, sollevandosi, e appoggiando il torace allo schienale della sedia curule.

«No», ho negato d’impeto.

Me ne sono pentita subito: avrei dovuto rispondergli che ho un mucchio d’offerte, ma la sincerità ha prevalso. È sempre così: non sono capace di vendermi al miglior prezzo. Prevale Memente.

«Bene. Allora, può essere ancora dei nostri», ha detto lui.

«Certo», ho risposto, piena d’un entusiasmo profumato d’adolescenza, sperando in una piccola rubrica quotidiana per i prossimi tre mesi.

Invece no. Lui ha scombussolato i miei miseri piani, e tra il minaccioso e il paterno mi ha offerto il rinnovo dell’ingaggio per ben otto mesi, niente meno che alla fine del mondo, dove non avrei mai neanche sognato d’andare. Inutile dire che sono ammutolita per la gioia dell’inatteso riconoscimento, ma nell’apprendere i dettagli del lavoro e la data della partenza, addio felicità.

Avrei voluto rifiutare, appena ha elencato in che cosa consiste l’incarico e gli impegni previsti, ma lui riesce sempre a essere persuasivo.

«Michelle, o firma, o è fuori», ha dichiarato più minaccioso che confidenziale, mentre io esibivo un impercettibile diniego, tormentando una ciocca di capelli che si ostinava a ricadere sulla guancia.

«Sa quanti sarebbero disposti a prendere il suo posto?» ha incalzato, distogliendo lo sguardo da me, come se già stesse vagliando un altro candidato, che la mia fantasia ha visto piegato in due, pronto a firmare con servile gratitudine i fogli che nel frattempo lui aveva estratto dal cassetto.

C’era poco da riflettere. Per lui “dire è fare”. Primo comandamento.  Continua a leggere “Prologo: il profumo della passione”

Un romanzo sugli anni ’70


Leggi gratis Il mio tempo: gli anni ’70 dal 20 al 24 settembre 2018.

Ti invito a leggere Il mio tempo: gli anni ’70 il seguito del romanzo Il mio tempo: un’adolescente negli anni ’60. Il romanzo è  ambientato nel ’77 nel periodo del Movimento e degli anni di piombo.

Sinossi.

È l’inizio del 1977, Michela Visconti, la protagonista del romanzo, è prossima alla Laurea in Psicologia all’Università La Sapienza di Roma, quando nella sua vita irrompe una misteriosa “biondina”. La sua esistenza, che ruota intorno allo studio e alle prime esperienze sessuali, viene sconvolta da alcuni personaggi e dal Movimento che la vede lottare per la libertà e l’emancipazione a fianco delle femministe delle quali condivide principi e valori e accanto agli amici “attivisti” e agli “indiani metropolitani”. La trama è incentrata sul Movimento del ’77, un momento storico difficile, segnato da contrasti e scontri – talvolta violenti – fra studenti da una parte e politici e sindacati dall’altra. È il periodo che segna la perdita dell’innocenza per molti giovani, alcuni dei quali imbracciano le armi, mentre i meno risolti scelgono la droga. Quale cammino imboccherà Michela? e i suoi amici?