La principessa infelice.


principessaLa principessa infelice è il nuovo audio-racconto del libro, Le favole dentro la borsa. Laura è una principessa moderna, bella, ricca, amica dei potenti. Possiede tanti privilegi ed è destinata a diventare regina. Però la vita elitaria non la rende felice. Nel bel mondo è nota con il nome di “principessa infelice”. Nessuno conosce la causa della sua tristezza, e si pensa a un malessere dell’anima, il male oscuro dei nostri tempi. Vani sono gli sforzi dei genitori e degli amici di strapparla alla depressione, finché, un giorno, un incontro cambia la sua esistenza.
Una favola atipica, all’incontrario, dove una principessa trova la serenità, sovvertendo le regole del suo mondo e della convenienza. Sarà vero?
(Illustrazione di Sara Herranz, reperita dal sito web, http://www.sara-herranz.com).

Annunci

9 pensieri su “La principessa infelice.

  1. Io una principessa infelice l’ho conosciuta. Ero, ai tempi, uno “stalliere” infelice. E’ stata luce. Però io ho affrontato la trasformazione, sentendo che fosse fonte di novità e bellezza. Lei ha ceduto alla paura. Perdendo la sua aura di infelicità non sarebbe stata nemmeno principessa. Ahimè.
    Non tutte le favole hanno un lieto fine.
    Buona giornata!

    Liked by 1 persona

    • Ciao Fabio, il tuo commento mi ha toccato per la tua storia d’amore senza il lieto fine. Mi ha molto sorpreso l’ingenua paura della tua principessa infelice. Che cosa aveva da temere, se, nella vita vera, principi sposano ragazze borghesi e principesse convolano a nozze con guardie del corpo, attori, sportivi, calciatori? Forse, era solo confusa o immatura.
      Buona notte a te e una felice domenica!

      Liked by 1 persona

  2. Il non essere abbastanza… io dico “furba” e lungimirante. Mia figlia mi ha chiesto se il “lieto fine” della novella poteva considerarsi tale, per davvero, dal momento che Laura rinuncia al potere. Le ho risposto che chi nasce principessa tale rimane, e il tempo mitiga la collera, placa gli animi e muta il corso degli eventi. Quale padre e nonno, regnante oppure operaio, non ama i propri discendenti e non assicura loro tutto il benessere possibile? Mia figlia ha risposto che a questo non aveva pensato. Forse, neanche lei. Credo le sia mancato quel pizzico di disobbedienza necessaria a individuarsi come persona a se stante, o sia stata troppo fragile per far accettare la propria decisione. La immagino molto giovane. Il cuore, dopo aver attraversato ghiacciai e deserti, torna sempre a casa con un dono sommerso che ha scovato sotto le terre algide o le dune bruciate dal sole. ❄️🌈

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...