Verso casa. #6


Appena fu in macchina, Gloria spense la radio, preferiva il silenzio, mentre guidava verso casa. Miranda volgeva lo sguardo alle colline innevate, oltre il torrente.
«Mamma, chi vive in quella villa?» chiese a un tratto, riferendosi a Villa Querceto, una residenza nobiliare di campagna del mille e settecento, edificata a metà collina.
«Non lo so.» rispose. «Forse vi abitano i discendenti dei Conti.»
«Li hai conosciuti, da giovane?»
«No, mai visti! Ai miei tempi i nobili non si mescolavano a chi non aveva almeno un cromosoma blu o un conto da capogiro.»
Miranda rise. «E tu non avevi né l’uno, né l’altro.» fece.
«Già, ma non ho mai desiderato più di quanto possedessi.»

Miranda tacque, e continuò a volgere intorno lo sguardo, dal podere al vigneto, alla cima della Piccola Rocca, e, di nuovo, a valle, lungo il ruscello, gonfio per la recente nevicata.
Madre e figlia rimasero in silenzio fino a casa. Miranda rifletteva sui prossimi esami. Gloria, ancora immersa nelle suggestioni della mattina, cercava di far luce nel garbuglio di pensieri che affollavano la mente.

Neppure a casa il turbamento si spense ma lei mise da parte l’inquietudine, e iniziò a preparare la confezione della sopravvivenza con le marmellate dell’amica frutticultrice, le salse e i biscotti della gastronomia di fiducia, mentre Miranda faceva la valigia e le ricordava, non senza ironia, che a Milano c’erano anche i negozi di alimentari.

Nel pomeriggio, Miranda partì, per fare ritorno la settimana successiva. Gloria aveva tempo d’indagare i propri deliri, senza coinvolgere la figlia, e inseguire l’invisibile seta del ragno che la riconduceva al bar.

Precisazioni: la storia nasce da uno spunto narrativo che mi ha catturato, mentre facevo colazione in un bar. Ho iniziato a scrivere il racconto nel contesto di “Blogging University – Writing 201, febbraio 2016” e ho ricevuto molti feedback dagli amici scrittori della blogosfera che mi hanno consentito di apportare dei cambiamenti  necessari. Le principali modifiche riguardano la voce narrante (narratore esterno) e i nomi delle protagoniste: Gloria Bellini, la madre, e Miranda, la figlia (Chiara nelle prime stesure).

Lunedì 15 febbraio, pubblicherò l’intero capitolo con le modifiche.

Aspetto i vostri commenti.

Annunci

3 pensieri su “Verso casa. #6

I commenti sono chiusi.