Il vecchio libro di favole. #4


Memoria Narrante

divanoL’anziano raggiunse gli amici, sedette sulla sedia libera, e iniziò a mescolare le carte, disinteressandosi a noi. Cosa che feci anch’io.
Fu allora che guardai alla mia destra, e vidi un curioso salottino che faceva bella mostra di sé in un angolo della stanza: il divano di cuoio verde muschio era accostato alla parete, intorno vi erano  dei piccoli sedili di metallo a tinte vivaci, simili a quelli che usano nelle officine, con un’apertura sul piano. Un tavolino basso, posto davanti al divano e seminascosto dagli sgabelli, aveva un aspetto davvero insolito: il ripiano, dipinto con una lacca nera, non poggiava su quattro gambe, come mi sarei aspettata, ma su una base circolare e massiccia colorata di rosso.

divano e sediliNon riuscivo a credere ai miei occhi. “Possibile che siano due gomme d’auto, verniciate e sovrapposte l’una all’altra?” mi chiesi.
Non resistei, e posi la domanda a Chiara, la quale sollevò lo sguardo dallo schermo del…

View original post 434 altre parole

Annunci