Nacque oggi… Gibran


Khalil-Gibran-217x337

Il 6 gennaio 1883, nella città di Bsharri – oggi, in Libano, all’epoca, nella Siria ottomana –, nasceva Kahlil Gibran, grande poeta, filosofo, teologo e pittore. Morì il 10 aprile 1931 a New York. Gibran, dopo William Shakespeare e Laozi, è il poeta più letto. La sua opera “Il Profeta” divenne celebre negli anni sessanta tra i movimenti New Age e di contro-cultura e, da allora, è un titolo molto apprezzato.

Il nonno materno  era un sacerdote cattolico maronita, e questo  avvicinò Gibran ai temi del cristianesimo. Egli non ebbe un’istruzione scolastica istituzionale, per la povertà famigliare ma fu seguito da alcuni sacerdoti che gli insegnarono la Bibbia, l’arabo e il siriano. La madre si trasferì negli Stati Uniti, presso il fratello, a causa dei problemi economici, conseguenti la carcerazione del marito, accusato di frode ai danni dello stato, di cui era esattore delle tasse.
I figli partirono per New York il 25 giugno 1895, e raggiunsero la madre,  che iniziò a lavorare come venditrice porta a porta di biancheria e pizzo per mantenere la famiglia. Gibran incominciò a frequentare la scuola, a studiare l’inglese e le arti pittoriche. Realizzò, ancora molto giovane, alcune copertine di libri.
Era quindicenne, quando fece ritorno a Beirut per completare gli studi. Là fondò una rivista letteraria con un amico. Ritornò a Boston nel 1902.
In questo periodo, la vita gli inflisse gravi dispiaceri: la sorella Sultana morì di tubercolosi e, l’anno successivo, scomparve il fratello della stessa malattia. Sua madre morì di cancro.
La sorella Marianna riuscì a mantenere se stessa e Gibran, lavorando come sarta. Nel 1904, a Boston, Gibran allestì una mostra dei suoi disegni e, in quella circostanza, incontrò Mary Elizabeth Haskell, una preside di dieci anni più anziana di lui. La differenza d’età non impedì loro di legarsi in una profonda amicizia che durò tutta la vita.
Nel 1908, Gibran studiò arte con Auguste Rodin a Parigi per due anni. Qui incontrò Youssef Howayek, suo compagno di studi artistici e amico di sempre.  Continuò gli studi d’arte a Boston.
A partire dal 1918, le opere di Gibran furono pubblicate in inglese, mentre negli anni precedenti erano in arabo.
La sua poesia si distingue per l’uso di un linguaggio formale e per gli approfondimenti sugli eventi della vita attraverso le metafore spirituali. Il testo più noto è “Il Profeta”, un libro composto da ventisei saggi poetici.
Gibran morì a New York il 10 aprile 1931, per una cirrosi epatica e tubercolosi. Il Museo e la tomba sono a Bsharri, in Libano, prima di andarsene il poeta aveva espresso la volontà di essere sepolto in Libano.
Il suo desiderio fu esaudito nel 1932, quando Mary Haskell e la sorella Mariana acquistarono il Monastero di Mar Sarkis in Libano.

Annunci