Kahlil Gibran


Gibran

 

 

 

 

 

 

 

Te, Gibran|

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l’eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.

Annunci

6 pensieri su “Kahlil Gibran

  1. Buonasera Giuseppina!
    Con la tua scrittura riesci a trasmettere appieno gli stati d’animo con bellissime parole.
    Complimenti.
    Voglio riallacciarmi all’incipit del tuo libro ed è un diario personale e dell’esperienza umana se ho interpretato bene.
    Bellissimo.
    A presto 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Buon venerdì, Beatrice. Sei molto gentile. Il libro è un diario-romanzo in cui episodi veri della mia infanzia s’intrecciano a fatti inventati per rendere più avvincente la narrazione o spiegare meglio un’idea. Un caro saluto. Giuseppina. 🌹 🌸 🌷

    Mi piace

I commenti sono chiusi.