Il profumo del tempo.


I ricordi sono profumi
e il passato ne è impregnato,
come la mia memoria.

Odorava di latte e caglio,
all’alba, la cucina di nonna Bepi
e l’acre si fondeva al dolce nel bianco coagulo.

I sensi percepivano il sapore caldo,
la fiamma del fuoco sul viso
e le monachelle che si libravano su per il camino.

Si perdevano tra il fumo e la fuliggine scura,
la fantasia si accendeva nei bagliori del focolare
e il corpo, freddo della notte, si scioglieva nel buono.

monachelle = scintille

Annunci

3 pensieri su “Il profumo del tempo.

I commenti sono chiusi.