Cristina, ragazza strana, scrittrice alle prese con il mestiere di scrivere


blog tomer e asaf akura

Blog Tomer e Asaf Akura

2 – Cristina, ragazza strana, scrittrice alle prese con il mestiere di scrivere.

Cristina a dieci anni scrisse la sua prima storia. Se la maestra chiedeva «Cosa vuoi fare da grande?»
Lei rispondeva «La scrittrice.»
«Perchè?»
«Mi piace raccontare.»
«Scrivere è faticoso. Devi stare seduta tante ore. Non puoi giocare, o uscire con la comitiva.»
«Non importa.» replicava. «Troverò il tempo anche per gli amici.» 
«È un lavoro da fame. Le persone non leggono, e gli editori sono in crisi.»
Lei non cambiò idea. Il bisogno di dare  voce ai giocattoli impigliati nei capelli della sua Fantasia era imperioso. A quindici anni uscire con le amiche non bastava, e pomiciare con il ragazzo non era sufficiente a tenere a bada la Fantasia. Le ossessioni e le fobie la tormentavano. E le preoccupazioni quantiche non erano cosa di poco conto. Narrare era la sola salvezza. Cristina scriveva i suoi racconti  e li sottoponeva al giudizio delle amiche, da cui pretendeva sincerità totale  e critiche impietose.
«Altrimenti siete fuori dalle mie storie!» minacciava.
«Qui la trama non regge.»
«I dialoghi sono lunghi e fanno cagare.»
«Tu parleresti così?»
«Questo personaggio non va bene.»
Imparò così la sua professione.
A diciassette anni, Cristina pensava “Non sono mica stupidi i lettori. I protagonisti devono amare e soffrire davvero. Il linguaggio, lo stile, la trama, i colpi di scena, il finale sono importanti.”
Giurò di scrivere romanzi belli, in cui l’incipit prometteva «Ti farò emozionare.», e le pagine successive, in un crescente coinvolgimento, facevano desiderare «e poi? e poi?» sino all’epilogo risolutivo.

Annunci

2 pensieri su “Cristina, ragazza strana, scrittrice alle prese con il mestiere di scrivere

I commenti sono chiusi.