Onesto


Nel 2025, ad Aliati un uomo emarginato viveva nell’ombra. Apparteneva a una specie in estinzione, fuori moda, con insopportabili principi.
Un altro uomo, della progenie dei Furbi, snobbava il suo agire, viveva nel lusso, fra i divertimenti, alla luce del successo e della ricchezza.
L’emarginato si chiamava Lavoratore di nome e Fesso di cognome. Era un #onesto artigiano, pagava le tasse, non assumeva in nero, insegnava ai figli l’onestà, era incorruttibile, faceva la coda, non parcheggiava in doppia fila, o al posto dei disabili, non fingeva malattie, credeva in un mondo migliore. Con la discendenza dei Fessi mandava avanti Aliati a costo di crepare di lavoro e sacrifici.
Quando uno gli chiese: «Chi te lo fa fare?»
Lui rispose: «L’onestà! Perchè, quando torno a casa, la luce splende intorno a me!»
Lo stesso uomo volle scoprire cosa ci fosse dal signor Furbi. Andò da lui e vide che covava il luridume nell’anima e sprofondava i piedi nella merda.

Onesti, non molliamo! Buon 2015.

Annunci

11 pensieri su “Onesto

I commenti sono chiusi.